Progetto di ricerca e sperimentazione di un sistema integrato di servizi nell'ambito della continuità assistenziale a soggetti affetti da Alzheimer e loro familiari

La Formazione

Gli operatori arruolati per la realizzazione della sperimentazione UP-TECH sono stati coinvolti in appositi percorsi formativi organizzati dalla Scuola di Alta Formazione istituita presso la Direzione Scientifica dell'INRCA.

Tali percorsi, realizzati in parallelo sulla base delle funzioni da svolgere, hanno visto coinvolti 11 Case Manager Assistenti Sociali e 23 Infermieri in merito alla seguenti tematiche:

"Le visite infermieristiche domiciliari preventive per il paziente affetto da malattia di Alzheimer e del suo caregiver: metodi, strumenti e applicazioni" (percorso formativo riservato agli infermieri);

"Il Case Manager del paziente affetto da malattia di Alzheimer e del suo caregiver: metodi, strumenti e applicazioni" (percorso formativo riservato agli assistenti sociali).

Sono stati inoltre organizzati percorsi di aggiornamento riservati al personale coinvolto nella sperimentazione:

"Case che curano: visite infermieristiche per migliorare l'ergonomia dell'ambiente domestico per il paziente affetto da malattia di Alzheimer" (aggiornamento riservato agli infermieri);

"Le case che curano. La prospettiva dell'assistente sociale" (aggiornamento riservato agli assistenti sociali).

Per quanto concerne la formazione degli Infermieri il corso, di tipo teorico-pratico, è stato finalizzato all'acquisizione delle conoscenze e competenze necessarie per:

  1. effettuare visite domiciliari preventive ai pazienti affetti da Alzheimer e loro caregiver e realizzare una consulenza sulle metodologie per l’educazione del familiare nella gestione dei risvolti clinici della patologia di Alzheimer; l’organizzazione dell’ambiente domestico per il paziente con Alzheimer; il riconoscimento e gestione dello stress del caregiver.
  2. somministrare correttamente il questionario strutturato previsto dal protocollo di ricerca e dalle relative scale.

La formazione dei Case Manager (Assistenti sociali che si occupano dell’area anziani nei propri servizi di provenienza), è stata finalizzata all'acquisizione delle conoscenze e competenze necessarie su:  

  1. i risvolti clinici, sociali e assistenziali della malattia di Alzheimer;
  2. l’organizzazione dei servizi socio-sanitari;
  3. le agevolazioni fiscali e le tutele legali;
  4. metodi di counseling e psicogeriatria;
  5. il lavoro in équipe multiprofessionale;
  6. bioetica;
  7. l’impiego delle nuove tecnologie applicate all’assistenza;
  8. formazione sul campo: supervisione di gruppo al fine di far acquisire ai partecipanti la capacità di lavorare in équipe e soprattutto lavorare a contatto con le famiglie che gestiscono i malati di Alzheimer.

Il percorso formativo ha previsto, oltre ai moduli erogati in metodologia residenziali, anche giornate formative finalizzate alla sperimentazione con il coordinamento di un supervisore del lavoro di gruppo sui casi specifici.

Sono state inoltre programmate, per tutta la durata del progetto, giornate formative con cadenza mensile per la supervisione dei casi che le assistenti sociali hanno dovuto affrontare nel corso della sperimentazione.